I bagel!

I bagel!

Ciambelle di pane!

Io le ho volute chiamare ciambelle di pane perché alla fine della fiera di questo si tratta! Hanno la particolarità di avere una doppia cottura, infatti vanno “bolliti” prima di venire infornati. Questo passaggio è fondamentale per “sigillare” l’impasto, in questo modo infatti creiamo una crosta spessa che trattiene meglio l’impasto il quale non andrà a lievitare in maniera eccessiva in cottura, regalando ai bagel la caratteristica consistenza “panosa”, una mollica compatta e gommosa ed una crosta croccante. Ci sono varie scuole di pensiero in merito alla durata della bollitura così come all’aromatizzazione dell’acqua. Io ho testato la cottura di due minuti per lato e credo che terrò questa, si è creata una bella crosta spessa che mi è piaciuta tantissimo. Per quanto riguarda l’aromatizzazione dell’acqua, avevo letto che si poteva aggiungere del miele o dello sciroppo di acero (o agave), ho cotto due dei 4 bagel in questo modo e non c’è alcuna differenza! Questi paninetti sono perfetti per una colazione salata, un brunch o un aperitivo informale, si conservano benissimo per qualche giorno in una bustina ermetica e si possono mangiare così al naturale oppure tostarli in padella o nel tostapane.

Ingredienti:

Per 4 bagel:

  • 250 gr di farina (io ho usato 125 di farina manitoba e 125 di farina integrale);
  • 150 ml di acqua;
  • 1 gr di lievito di birra secco o 4 gr di quello fresco;
  • 3 gr di zucchero;
  • 1 gr di sale;
  • Semi di sesamo e di papavero per decorare;
  • Un cucchiaio di latte di mandorla per pennellare.

Utensili:

  • Contenitore ermetico;
  • Pentola capiente;
  • Teglia e carta forno;
  • Gratella;
  • Pennello da cucina.

Preparazione:

Prepariamo l’impasto, io ho usato la planetaria ma si possono tranquillamente impastare anche a mano, cominciando a lavorare l’impasto con una forchetta e poi impastando con le mani.
Raduniamo la farina, il sale e lo zucchero in una ciotola, sciogliamo il lievito in 100 ml di acqua tiepida ed aggiungiamo alle polveri, cominciamo ad impastare ed aggiungiamo via via l’acqua, poco per volta. Dobbiamo ottenere un composto morbido ma non appiccicoso, lavoriamo per almeno 5 minuti.

Bagel
Io l’ho preparato la sera prima per il giorno dopo, ma potete farli in giornata. Mettiamo a lievitare in una ciotola leggermente oliata per almeno 3 ore (se li fate per il giorno dopo, chiudete il contenitore e sistematelo in frigo dopo 2 ore di lievitazione e tiratelo fuori qualche ora prima di finire la preparazione).

Bagel
Pesiamo l’impasto e dividiamo in 4 (io ho formato 4 palline da 100 gr l’una, ma potete farli più piccoli se preferite), formiamo le pallette e creiamo il foro premendo al centro con l’indice ben infarinato.

Bagel
Lasciamo riposare qualche minuto mentre portiamo a bollore l’acqua. Tuffiamo i nostri bagel (io li ho cotti uno per volta) e lasciamo cuocere per 2 minuti per lato, scoliamo bene e sistemiamo nella carta forno.

Bagel
Pennelliamo con il latte di mandorla e decoriamo con i semini. Scaldiamo il forno statico a 220°.

Bagel
Cuociamo in forno caldo per 20 minuti, sforniamo e lasciamo raffreddare completamente sulla gratella prima di tagliare e farcire con formaggio spalmabile o con quello che preferite!

Bagel Bagel Bagel

(Visited 4 times, 1 visits today)


Rispondi