Pasqua!

Pasqua!

Una raccolta di idee per questo giorno di festa!

Eccoci qui, pronti a festeggiare questa festa che dopo anni passerò a casa dei miei, con la famiglia! Il mio uovo dei Pokémon mi aspetterà qui a Berlino, non ho intenzione di aprirlo prima ne di portarmelo dietro in valigia, avrò qualcosa con cui consolarmi al mio ritorno. Nel frattempo ho voluto immaginare un pranzo a casa di mamma, con tutti i parenti, di solito mamma prepara le portate principali e le sorelle portano dolcetti, torte salate, contorni. Ho voluto farlo usando le ricette del sito, vi anticipo che ci sarà tanta Sardegna dentro. Pronti? Allora apparecchiamo che sta arrivando zia e c’è ancora da lavare la verdura e da calare la pasta!

Torte salate e contorni:

Le torte salate sono una cosa che porta spesso mia zia e sono ottime per un pranzo ricco di persone e di cibo! Vi propongo una base senza burro, la briseè con l’olio d’oliva e due con la pasta sfoglia confezionata.

Brise olio

Quiche prosciutto e formaggio

Quiche ratatuille

Capita però a volte che preferisca portare la Panada, la torta salata tipica sarda. Io la mangio spesso col ripieno che vi ho proposto nel post, ma a casa l’ho fatta con le coscette di pollo per accontenare i gusti degli ospiti. Se abbiamo ospiti vegani o vegetariani, possiamo accontentarli con sa Prazzira, altra torta tipica sarda.

Panada

Prazzida

Passiamo ai contorni: a casa mangiamo il sedano tagliato a spicchi, ne sistemiamo vari pezzi in delle ciotole a disposizione dei commensali. L’antipasto tipico è a base di formaggio e salsiccia secca, ma volendo accontentare chi segue una dieta vegana, possiamo preparare un golosissimo stracchino. La sua forza sta nel fatto che fa tutto da solo: basta mettere in frigo il composto per qualche ora e sformarlo al momento del pranzo.

Stracchino

Portate principali:

Solitamente da noi si fa un bel primo (90% delle volte malloreddusu con sugo alla salsiccia fresca o ragù) e come secondo carne o come visto prima panada, pane abbrustolito condito con un filo di olio di casa e le già citate torte salate. Però voglio proporvi anche i ravioli di nonna, coi tre ripieni ed una proposta da cuocere al forno che vi farà fare un figurone: il filetto di maiale su letto di purè. Per le proposte vegan abbiamo gli gnocchi di patate (vi posto quelli ripieni al gorgonzola, basta ometterlo o sostituirlo con dei funghi trifolati tritati e ben strizzati) e gli spaghetti al limone coi cavoletti, che potete sostituire con dei broccoli arrostiti.
Se voleste cimentarvi con la pasta fatta in casa, senza uova, ci sono i fiori di semola! Ovviamente potete tagliare la pasta con un altro formato o farla ripiena.

Ravioli e tagliatelle

Ravioli ai funghi

Fiori di semola

Gnocchi ripieni

Pasta cavolini limone

Filetto maiale

Dolci:

Eh sul dolce ce ne sarebbe da dire! Purtroppo sono ancora indietro con le ricette sarde, ne ho provato alcune ma non ho mai modo di mettermi e fare il set. Però qualcosa c’è sul sito! E sono le pardule, adorate dal mio lui. La ricetta è della mia nonna, questa è la versione “bassa”, di solito in commercio si trovano quelle super alte e ciccione ma io le trovo troppo pesanti e farinose, quelle di nonna sono più formaggiose. Potete farne anche una torta volendo! Infine l’articolo fresco fresco, colei che mi ha fatta dannare e mi ha sfidata: la pastiera. Sono riuscita a portarla a casa, nonostante il mio solito bollore alle mani che ha reso la stesura di una frolla da 35cm di diametro un’impresa titanica, ma mi ha consolata con un buon caffè.

Pardule

Torta pardula

Pastiera

(Visited 2 times, 1 visits today)


Rispondi